Kecskemét

La città Kecskemét–capoluogo della provincia  Bács-Kiskun – rappresenta tutte le bellezze e tutti i valori della Grande Pianura ungherese – è situata a cca. 85 cilometri dalla capitale Budapest.

Approfitando la sua posizione favorevole, ella si è sviluppatoal centro economico, amministrativo, educativo e culturale della regione;  molte istituzioni delle belle arti, collezioni unicali, e numerosi  festival prestigiosi trovano luogo in questa area.

Il nome “Kecske” proviene della parola  „capra” la sillaba “mét” significa camminata.Anche sulla stemma si vede una capra, con la divisa della città : “Non mi spaventa nè  altezza, né profondezza”.

Kecskemét ha un aspetto unicale, il suo centro richiama l’atmosfera dello stile liberty all’ passaggio del secolo 20. Sulla Piazza Principale si trova il Municipio, una vera perla del liberty, progettato da Ödön Lechner e Gyula Pártos, costruito fra 1893-97. Egli è uno dei piú famosi e dai turisti piú frequentati monumenti della città. Sulla sua facciata risona ogni ora un carillon con le opere dei compositori Kodály, Erkel e Beethovendal 1983. I muri dell’edificio sono decorati con mattonelle di ceramica Zsolnay, i quali decorano anche altri monumenti di Kecskemét.

La Sala Magna del Municipioha conservato la sua forma originale fino ad oggi, ella èun capolavoro della architettura del suo tempo. La sala dà luogo ai riunioni del consiglio comunale, alle conferenze nazionali ed internazionali, alle nozze ed ai ricevimenti festivi. L’arredamento e pannelli di legno sono originali lavori artigianali.

La lumiéra bronzea, placcata d’oro pesa 1200 kg  – altezza 5 m, ampiezza  3 m  – ha 63 lampadine, simbolizzando il numero delle regioni ammininistrative dell’Ungheria di quel tempo. I quadri furono dipintidal famoso pittore ungherese, Bertalan Székely.  Essi presentano diversi periodi della storia ungherese di mille anni.

Di fronte del Municipio si trova il monumento architettonico piú antico di Kecskemét, la Chiesa Francescana dal secolo XIV., nominata dagli abitanti Barátok temploma (chiesa dei frati). Ella fu costruita in stile gotico, dopo parecchi ricostruzioni, ha ottenuto l’aspetto di oggi, in stile baroccoalla fine del Seicento. Al muro esterno fu costruito anche un calvario. Il fatto, che i catolici ed i riformati insieme hanno usato la chiesa fino al 1564,   ha una importanza dal aspetto della storia di religione.

Il teatrointitolato al drammaturgo József Katona,  scrittore della prima dramma nazionale, fu costruito in occasione del Millennio  nel 1896.
La somiglianza al Teatro “Vígszínház”a Budapest non è casuale, visto che ambedue furono costruiti sulla base di piani dei architetti famosi viennesi  Hellmer e Fellner. Per la bellezza lo chiamano gli abitanti „portagioelli”.

Di fronte al teatro si staglia una colonna dedicata alla Santa Trinità, un ricordo alle vittime della peste, che al suo tempo ha decimato gli abitanti della città . La opera, eretta nel 1742 é adorna delle statue di San Sebastiano, San Rocco, Santa Elisabetta Casa di Árpád e Santo Stefano.

Sulla vecchia strada commerciale – incosidetto passaggio di due chiese – nel convento Franciscano di prima, fu sistemato l’Istituto Musicale Zoltán Kodály, in cui una esposizione presentail percorso di vita del famoso compositore e musicologo, nato a Kecskemét, Zoltán Kodály (1882 – 1967). L’Istituto, fondato nel 1975 aveva porto l’obiettivo  di educare alla gioventù la  teoria e la prattica del concettodel insegnamento musicale di Kodály.

Questo passaggio di due chieseci conduce alla Chiesa Riformata, costruita  sui anni 1680, in stile primo baroccoe fu l’unica chiesa eretta in pietra su questo  territorio durante la  occupazione turca. L’eccezionalità della Piazza Principale è, che in modo unicale qui si trovano le chiese quasi di tutte le confessioni.

Di fronte della Chiesa Riformata, sulla piazza Calvino si trova un edificio imponente, il Nuovo Collegio, costruito nel 1912, in stile liberty, decorato con motivi dalla Transylvania. Fra i suoi pareti funziona il Colleggio Riformato, con una Scuola Elementare ed un Liceo.

A destra dal Collegio Nuovo si trovano due monumenti famosi. Il Palazzo Adornato, intitolato come capolavoro del liberty (1902,progetto di Géza Márkus).
Superfici ondulate delle pareti,piastrelle lucide, motivi di piante ed animali dalla ceramica, lo rendono ad un miracolod’architettura. Oggi egli ospita la Pinacoteca di Kecskemét.

Di fronte si vede la Sinagoga di prima, costruita (1861-64) in stile moresco-romantico. L’edificio fu ricostruito negli anni  1970 in un centro dei congressi .  Oggigiorno funziona come Casa della Scienza e Tecnica, e ospita copii originali in gesso  dalle 15 statue di Michelangelo.

Il monumento dominante della Piazza Principale è la Chiesa Grande, costruita fra 1774-1806. La costruzione durava assai lungo a causa di un incendio e un terramoto che hanno distrutto la torre. Questa è la cattedrale piú grande sulla Grande Pianura in stile Luigi XVI. Essa ha una torre di 74 m, sui 94 gradini si puó arrivare alla campana di peso di 2400 kg.

http://kecskemet.hu